Home page

Caratteristiche chimico
fisiche


Come trovarci


Per informazioni  ed ordinazioni

 

Maschera per pelle normale - Maschera per pelle secca - Maschera per pelle grassa - Maschera antirughe - Maschera nutriente per il viso - Maschera per il seno - Maschera per le smagliature - Maschera per cellulite - Impiastro per il corpo - Bagno per il corpo - Bagni pediluvi e maniluvi - Acne - Aderenze e postumi operatori - Artrite degli arti - Artrite dentaria - Ascessi (foruncoli) - Bronchiti - Calli ai piedi - Contusioni/Ematomi - Dermatosi - Dermatosi purolenta - Dermatosi secca - Distorsioni (slogature - contusioni) - Dolori alle dita - Eczemi - Emicrania - Ernia - Emorroidi - Ferite - Fuoco di Sant'Antonio (Herpes Zoster) - Gotta - Lombaggine - Reumatismi (Artriti - Affezioni ossee) - Sciatica - Ustioni (Bruciature - Scottature) - Varici/Capillari (Ulcerazioni varicose) - Verruche
Modalità d'uso
(per uso esterno)

come usarlaPREPARAZIONE CATAPLASMA E MODALITÀ D’USO (PER USO ESTERNO)
La preparazione della pasta di Argilla è molto facile: 1) si versa l’Argilla in polvere in un contenitore di vetro, maiolica, legno o porcellana
(mai di metallo o di plastica),

2) la si mescola aggiungendo acqua fino ad ottenere una pasta densa, omogenea e malleabile applicabile
al viso e al corpo con una spatola o pennello.
La durata dell’applicazione è fino a totale essiccazione. Risciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

SUGGERIMENTI PER IL CORRETTO UTILIZZO DELL’ARGILLA
L’uso esterno dell’Argilla in cataplasmi su tutte le zone del corpo non richiede generalmente particolari precauzioni, salvo quelle generali di non fare applicazioni al basso ventre, sul petto e sui reni nel periodo della digestione e di sospendere per le donne ogni trattamento durante il ciclo mestruale e in stato di gravidanza. Nelle forti contusioni o gonfiori presenti nel corpo, fare cataplasmi
di spessore variabile da 0,5 a 1 cm. Evitare assolutamente i cataplasmi nelle persone molto anziane o nei malati a cui questa cura possa sottrarre troppo calore. Il manifestarsi di un lieve arrossamento della pelle è correlato alla funzionalità del prodotto.

N.B.: Per la preparazione del fango, aggiungendo al posto dell’acqua normale, l’acqua solfurea, si ottiene il massimo dell’efficacia

 

 

maschera2.JPG (15722 byte)

maschera1.JPG (18634 byte)


Maschera per il viso:
applicazione

trattamento_casa.JPG (19142 byte)
Trattamento in casa

foto2.JPG (121713 byte)

 

Maschera per pelle normale
Versare l'Argilla in una ciotola e mescolare con acqua fino ad ottenere una pasta omogenea. Stendere uniformemente sul viso. A totale essiccazione risciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

Maschera per pelle secca
Alla pasta base aggiungere un cucchiaio di olio extra vergine di oliva o di mandorle e mescolare fino ad omogeneizzare il tutto.

Maschera per pelle grassa
Alla pasta base aggiungere un cucchiaio di succo di limone o pompelmo spremuto al momento e mescolare fino ad omogeneizzare il tutto.

Maschera antirughe
Mescolare 40 g di mela grattugiata più un vasetto di yogurt magro e Argilla in polvere quanto basta per ottenere una pasta morbida. Stendere sul viso e quando è secca togliere con acqua tiepida e poi passare una lozione tonica.

Maschera nutriente per il viso
Sbattere un uovo intero con 20 g di succo di cetriolo, uno yogurt piccolo e Argilla quanto basta per ottenere una pappetta. Stendere sul viso e quando è secca togliere con acqua tiepida e passare una lozione tonica.

Maschera per il seno
Alla pasta base aggiungere un cucchiaio di latte intero fresco il più possibile e mescolare fino ad omogeneizzare il tutto.

Maschera per le smagliature
Alla pasta base aggiungere un cucchiaio di succo di mela o di mela grattugiata molto finemente e mescolare fino ad omogeneizzare il tutto.


Maschera per cellulite
Alla pasta base aggiungere un cucchiaino di sale marino integrale sciolto in un po' d'acqua calda e mescolare fino ad omogeneizzare il tutto.


Impiastro per il corpo
In un piatto fondo versare un bicchiere di acqua, un cucchiaio di olio extra vergine di oliva o di mandorle. Aggiungere un bicchiere di Argilla e impastare fino a quando il tutto è omogeneo e dall'aspetto lucido. La consistenza di questo impasto può essere aggiustata aggiungendo un po' di Argilla e l'impasto diventerà più duro, o un po' di acqua e l'impasto diventerà più molle. Spalmare l'impasto sulla zona del corpo interessata. Trascorso il tempo necessario, che può variare da 1-2 ore ad una notte intera, rimuovere l'impiastro facendo uso di una spatola e dopo di una spugnetta inumidita.


Bagno per il corpo (e idromassaggio)
Sulla vasca piena di acqua aggiungere 150/200 gr. circa di Argilla: appena viene a contatto con l'acqua calda, si disperde spontaneamente in tutta la vasca. Intanto che si fa il bagno il movimento delle braccia e gambe sarà sufficiente per continuare a mantenere in sospensione l'Argilla. Il bagno di Argilla non sporca la pelle, perciò è bene non sciacquarsi quando si esce dalla vasca. Il bagno non deve durare più di 10-15 minuti.


Bagni pediluvi e maniluvi
In una bacinella versare una manciata di Argilla macinata fine. Aggiungere acqua calda e mescolate. Immergere in questa soluzione i piedi massaggiandoli in maniluvio per una durata di circa 5-10 minuti ciascuno


Acne
Applicare una maschera di argilla sulla parte affetta usando un pennello o una spatolina di legno e lasciare seccare. Risciacquare con acqua e passare quindi un po' di succo di limone.


Aderenze e postumi operatori
L'Argilla ha un notevole potere cicatrizzante e facilita il riassorbimento di aderenze dopo un intervento chirurgico. Iniziare il trattamento circa un mese dopo l'operazione con cataplasmi lasciati a seccare per circa due ore.


Artrite degli arti
Applicare cataplasmi spessi e larghi di Argilla, ma se il dolore persiste, riscaldare l'impasto di Argilla a bagnomaria e applicare nuovamente. Per gli stati cronici è preferibile l'Argilla calda. Nei periodi di forti crisi si può ricorrere fino a 3 cataplasmi.


Artrite dentaria
Lavarsi i denti con polvere di Argilla e fare frequenti risciacqui con acqua di Argilla.


Ascessi (Foruncoli)
Applicare cataplasmi di Argilla molto spessi e larghi come una mano. Lasciare agire il cataplasma al massimo per un'ora e mezzo.


Bronchiti
Applicare tutti i giorni un cataplasma di Argilla calda sul petto e se + possibile un'altro sulla schiena.


Calli ai piedi
Ricoprire il piede con un spesso strato di Argilla e lasciarvela per due ore circa. Fare pediluvi di fango di Argilla piuttosto spesso, almeno una volta al giorno, per circa 5-15 minuti.


Contusioni - Ematomi
Applicare localmente più volte al giorno cataplasmi di Argilla freddi dello spessore di 1 cm circa.


Dermatosi
Sono utili pennellature con acqua di Argilla da lasciar ben seccare prima di lavare con acqua fredda.


Dermatosi purolenta
Applicare cataplasmi di Argilla fredda. Lasciare agire da mezz'ora a un'ora, poi passare un po' di polvere di Argilla.


Dermatosi secca
Per piccole piaghe mettere cataplasma di Argilla e olio di oliva


Distorsioni (slogature - contusioni)
Applicare Argilla fredda in cataplasmi di circa 1 cm di spessore e lasciare in posa per due ore. Anticipare l'eliminazione del cataplasma se l'Argilla si secca.


Dolori alle dita
Ricoprire il dito dolorante di un notevole strato di Argilla e lasciare in osa per un'ora. Fare attenzione che il cataplasma non comprima il dito.


Eczemi
Spalmare un leggero strato di pasta di Argilla sulle placche. Lasciar seccare e lavare con acqua salata (sale marino) o con limone. In caso di prurito applicare polvere di Argilla mescolata con olio di oliva o di mandorle in uguali proporzioni.


Emicrania
Applicare cataplasmi di Argilla sulla fronte e sulla nuca. Sulla fronte gli impacchi saranno freddi e leggeri e tenuti per un'ora circa. Sulla nuca gli impacchi saranno più spessi e tiepidi e si dovranno tenere due ore o più a seconda del veneficio riscontrato.


Ernia
Applicare dei cataplasmi di Argilla fredda piuttosto larghi, bendare e tenerli dalle 2 alle 4 ore. I cataplasmi devono essere messi uno immediatamente dopo l'altro.


Emorroidi
Applicare piccoli cataplasmi di Argilla fredda per 1-2 ore. Fissare l'impacco con una benda.


Ferite
L'Argilla è molto efficacie per i graffi e le piccole ferite perché non lascia cicatrici. Lavare la ferita con un getto di acqua fredda per eliminare le eventuali impurità e poi tamponare con polvere di Argilla e lasciar seccare. Se il sangue continua a uscire, aumentare la dose di polvere di Argilla che lo assorbirà.


Fuoco di Sant'Antonio (Herpes Zoster)
Agire più volte al giorno e per circa 2 ore con cataplasmi di Argilla di medio spessore.


Gotta
Applicare ogni giorno uno o due cataplasmi freddi di Argilla molto spessi (1 cm) nei quali sarà stato messo anche uno spicchio d'aglio pestato.
N.B. Prima di applicare il cataplasma di Argilla sulla parte colpita, massaggiare delicatamente l'epidermide con qualche goccia di olio d'oliva tiepido.


Lombaggine
Ogni giorno applicare uno o due cataplasmi di Argilla tiepidi sul fondo schiena. Questi impacchi devono essere larghi e spessi e vanno tenuti da due a quattro ore ciascuno. Restare in posizione coricata per tutto il tempo.


Reumatismi (Artriti - Affezioni ossee)
Applicare un cataplasma di Argilla dello spessore di 1 cm sulla parte interessata, tenendolo ben coperto per circa 1 ora. Se possibile fare bagni di Argilla completi e parziali in vasca da bagno. Si aggiungono nella vasca circa 200 g di Argilla. Il bagno non può durare più di 15 minuti circa, perché i bagni di Argilla stancano e non andranno fatti giornalmente. Con l'aggiunta di sale marino questi bagni hanno un potere tonico notevole e sono utili come rimedio agli squilibri ghiandolari, inoltre facilitano la diselettrizzazione del corpo.


Sciatica
Applicare con delle fasciature il cataplasma di Argilla. Sono indicate anche frizioni con acqua di Argilla.


Ustioni (Bruciature - Scottature)
Per le ustioni di lieve entità l'Argilla costituisce un validissimo rimedio. La sua efficacia è legata alla rapidità di intervento. Applicata qualche secondo dopo la bruciatura, elimina in gran parte il dolore e permette una competa guarigione senza postumi ne cicatrici. Applicare spessi cataplasmi di Argilla fredda frapponendo un panno tra la piaga e l'Argilla. Inizialmente rinnovate ogni ora, poi ogni 2-3 ore sino a guarigione.


Varici - Capillari (Ulcerazioni varicose)
Pennellare la zona colpita con Argilla semiliquida fredda in modo che si formi uno strato di alcuni millimetri. Lasciar asciugare e quindi lavare con acqua fredda. Ripetere l'operazione 2 volte al giorno.


Verruche
Applicare piccoli cataplasmi di Argilla da lasciare in posa per 1-2 ore e ripetere più colte. Continuare il trattamento per diverse settimane.

Preparazione cataplasma di Creta

1. Versate la Creta in una ciotola.



2. Mischiatela con l'acqua fino ad ottenere una pasta densa.

foto1.JPG (230546 byte)

Prodotto da Giovanni Fazi, Cupramontana (An) Italy 
Tel.-Fax  0731 702290 - Abitazione 0731 780215

by marchenet®